Regolamento in casera

Estratto del Regolamento Generale Rifugi

 

APERTURA
I ricoveri, i bivacchi e i punti di appoggio in genere, si intendono sempre aperti ed atti a permettere, a chi vi trova riparo,il pernottamento di fortuna.

 

PERNOTTAMENTI
Nei bivacchi e net rifugi alpini non custoditi per le loro specifiche caratteristiche atte al pernottamento e riparo di emergenza è vietata una permanenza prolungata se non motivata da condizioni atmosferiche tali da impedire it prosieguo dell 'ascensione o il ritorno a valle.

 

TARIFFARIO
Nei rifugi incustoditi, nelle capanne e nei punti di appoggio il pagamento degli eventuali contributi per pernottamento o per eventuale consumo di combustibile e/o provviste dovrà essere effettuato in conformità alle apposite norme stabilite e affisse dalle Sezioni competenti.
Si invitato gli ospiti the pernottano in casera, o net bivacco adiacente, a concorrere alle spese di gestione in maniera simbolica, effettuando un 'offerta libera. L' offertaè raccolta e custodita dal gestore del ristorante: "Casetta in Canada"., situato a Timau sulla statale per il Passo di Monte Croce Carnico.

 

COMPORTAMENTO NEI RIFUGI
Chi entra in un rifugio deve ricordare the e ospite del Club Alpino Italiano: sappia dunque comportarsi come tale e regoli la sua condotta in modo da non recare disturbo agli altri. Non chieda più di quello the il rifugio (in quanto tale) pub offrire. Ed in particolare:
E' vietato l' accesso ai locale di riposo calzando scarpe pesanti ed utilizzando sistemi di illuminazione e fornelli a fiamma libera.
E' vietato fumare in tutti i locale. Non si possono introdurre animali.
All 'interno del rifugio o sue dipendenze e nelle vicinanze non è permesso l' uso di apparecchi radiotelevisivi,apparecchi di amplificazione,ecc.
Nella stagione invernale si raccomanda di preferire il pernottamento nel bivacco (in fondo al cortile) in quanto facilmente riscaldabile.
La fontana seta net pressi delta casera eroga acqua non potabile.

 

LIBRO DEI VISITATORI
Chi entra in un rifugio è invitato a firmare il "libro dei visitatori", indicando chiaramente la provenienza e la meta successiva, e se socio CAI anche la sezione di appartenenza
Inoltre chi riscontra delle anomalie o ha delle lamentele da presentare è invitato a rappresentarle con precisione e sollecitudine anche in sede di responsabile.

 

CONSERVAZIONE
La conservazione delle strutture ricettive, del loro arredamento e delle attrezzature in dotazione, con speciale riguardo a quelle incustodite, è affidata al comportamento degli alpinisti e degli escursionisti, informati allo spirito del C.A.I. ed alle regole delta civile e corretta convivenza.
Chi ha utilizzato un locale invernale, un punto di appoggio, un ricovero od un bivacco, prima di allontanarsi, provveda al suo riassetto ed in particolare all 'asporto dei rifiuti nonché ad assicurarsi sulla perfetta chiusura della struttura dopo aver spento eventuali stufe a legna. Chi, anche involontariamente, abbia recato danno all' immobile, all 'arredo o alle attrezzature, oltre the prendere immediatamente tutti gli opportune provvedimenti per impedire l' aggravamento, è tenuto a darne pronto avviso al Responsabile od alla Sezione di appartenenza (delta struttura) nonché a provvedere al risarcimento del danno.
L' osservanza ed l' aspetto del presente Regolamento sono affidati all' etica alpinistica individuate ed agli ideali tradizionali del Club Al pino Italiano.
Ogni violazione alle procedure e alle norme contenute nel presente documento sarà perseguito ai sensi dell'arL2 7 del Regolamento generate del Club Alpino italiano.

 

TUTELA
Il Club Alpino Italiano, f n dalla sua fondazione, si è posto il compito-statutario di diffondere l' interesse per i territori montani, riconoscendo l' importanza della montagna come ambiente naturale di profondo valore e significato e la validita della presenza umana in essa purché concepita net quadro di un nuovo rapporto tra l' uomo stesso e l' ambiente naturale in modo cioè da trovare un nuovo equilibrio tra l' esigenza delta conservazione di tale ambiente e quella d' un armonioso sviluppo delta society umana che vi è inserita. A tutti i frequentatori il dovere di un comportamento responsabile net confronti di tale prezioso patrimonio.
Non lasciamo quindi tracce - visibili o nascoste - del nostro passaggio.
Riponiamo sempre nello zaino ogni rifiuto. Ricordiamoci che molte sostanze, pur essendo biodegradabili, non si volatilizzano nello spazio di poche ore, ma restano sul posto, anche per una intera stagione, con grave deterioramento delta qualità del passaggio. Non depositare mai le proprie immondizie net contenitori dei rifugi, ma anzi , prima di scendere, raccogliere eventuali rimasugli lasciati da persone meno educate.

 

Responsabile : De Tina D.

Escursioni
Un’importante archivio di percorsi, che negli anni ci hanno visti attivi. Troverete vie di ogni tipo, lughezza, grado di difficoltà accompagnate da reportage fotografici che volendo possono esswere anche arricchiti da Voi.
Sentieristica
La sezione Cai di Codroipo ha l'incarico ricevuto dalla Commissione Giulio Carnica di provvedere alla manutenzione ordinaria di alcuni sentieri che sussistono sul territorio regionale.



NEWSLETTER
CAI Codroipo ti invierà informazioni, il programma delle escursioni e gli appuntamenti nel territorio.

Ho letto l'informativa sul trattamento dati ed acconsento la ricezione delle Newsletter
Segui CAI Codroipo