Malga Rauna (1492 mt) Cappella Zita (1515 mt)
Data inizio escursione: 26 Gennaio 2020
Data fine escursione:
Difficoltà: EAI
Dislivello: 700 m
Ecuipaggiamento: Invernale, ghette, ciaspe e bastoncini. Per chi lo possiede, ARTVA pala e sonda
Carta: Tabacco 019
Trasporto: Mezzi propri
Responsabili: AE/ONTAM Luciano Favaro, Franco Muzzin, Oriana Nadalini


Malga Rauna (1492 mt) si trova in una ampia e panoramica radura sul versante nord dello Jof di Miezegnot, nel tarvisiano. All’interno della piccola costruzione in legno un tavolo ed alcuni armadietti con varie suppellettili nonché due spartani ripiani per dormire. Di recente, dietro alla originaria costruzione se ne è aggiunta una seconda più grande e chiusa.

 

A 1515 metri di altitudine lungo il sentiero che porta alla cima del Piccolo Miezegnot si trova la Cappella Zita, un piccolo edificio di culto costruito nel 1917 dai soldati della Stiria del 10°Battaglione territoriale su un progetto del tenente Kielmannsegg. La dedica è rivolta a quella che all'epoca era diventata la nuova imperatrice, Zita di Borbone, moglie di Carlo I, salito al trono dopo la morte di Francesco Giuseppe, suo pro-zio. Questo piccolo luogo di preghiera è di stile gotico, con un'unica apertura a cui si accede dopo aver salito cinque gradini. Il tetto è molto spiovente, mentre all'interno un piccolo altare precede due crocifissi. Si tratta di un'opera originale, miracolosamente sopravvissuta a tutti gli avvenimenti catastrofici del '900. Restaurata nel 1984, oggi è sede di una commemorazione che si tiene ogni ferragosto per tutti i caduti delle guerre da parte dei Pompieri volontari di Valbruna. Da Valbruna si prosegue lungo la strada che si inoltra nella val Saisera per poco meno di un chilometro. In prossimità della parte superiore dell'abitato e del Cimitero di Guerra Austriaco si incontrano, sul lato destro della strada, le segnalazioni del sentiero CAI n.607 (821 mt, ampio parcheggio).

 

Il percorso si svolge per lo più in un bel bosco di faggio e abete rosso (andranno superati alcuni tronchi caduti a causa della tempesta Vaia); tutta la salita si svolge su una carrareccia a tornanti che, inizialmente presenta un tratto ripido ma in seguito ha pendenze più confortevoli, ci porta fuori dal limite del bosco.

 

Gli ampi tornanti permettono di risalire il pendio sino a giungere su una spalla a circa 1.470 mt. Da qui brevemente si segue il dosso e si giunge sul ripiano di Malga Rauna, situata ai piedi dello scosceso versante nord dello Jof di Miezegnot.
Si prosegue ancora per pochi minuti lungo il sentiero CAI n. 607 per andare a visitare la Cappella Zita, che si trova in una posizione aperta e solare.

 

Si ridiscende poi alla Malga per effettuare la pausa. Rientro lungo l'itinerario di salita.




NEWSLETTER
CAI Codroipo ti invierà informazioni, il programma delle escursioni e gli appuntamenti nel territorio.

Ho letto l'informativa sul trattamento dati ed acconsento la ricezione delle Newsletter
Segui CAI Codroipo